Home » LIBRI

LIBRI

"L'ONDA", Pamela Vona, De Agostini Ed.

"L'ONDA", Pamela Vona, De Agostini Ed. - Pamela Vona

Titolo:     L'ONDA

Autore:   Pamela Vona

Casa Editrice:  De Agostini

Prezzo:   € 12,00

Dati:       2005, 123 p., rilegato

   

Sintesi:

”Vedere il mare gonfiarsi all’improvviso, correre silenzioso come un fantasma in cerca di vendetta, il muro d’acqua abbattersi su di te e travolgerti, combattere contro una forza inarrestabile che vuole strapparti il bambino dalle braccia è una sensazione impossibile da descrivere … Sono morta il 26 dicembre 2004, a Unawatuna, Sri Lanka; ogni giorno in più è un dono del Signore.”

Sri Lanka, 26 dicembre 2004: lo tsunami travolge la vita di milioni di persone. Quando la grande onda si ritira restano i racconti di chi è sopravvissuto. Nel momento in cui il muro d'acqua si solleva dall'oceano, Pamela Vona si trova sulla spiaggia di Unawatuna nell'isola che un tempo si chiamava Serendipity, e con lei Alexis, il più piccolo dei suoi tre bambini. Gianmaria e Niccolò, i due figli più grandi, sono appena usciti con il padre Luca per una gita in barca. Comincia qui il racconto di Pamela nei giorni dello tsunami, il suo sgomento di fronte alla forza crudele della natura e la gratitudine nei confronti di un destino che l'ha restituita alla vita insieme a tutta la sua famiglia. Il ricordo lucido e brutale di chi ha vissuto questa esperienza prende forma in un racconto appassionante che non nasconde ciò che gli occhi hanno visto, il corpo ha sofferto e la mente subito. Il fango che inghiotte ogni cosa, la speranza di salvezza in una forza disperata che non è più umana, le ferite profonde, gli sguardi muti di chi è sopravvissuto, l’angoscia e infine la gioia nell’abbraccio dei propri cari. Questo libro è la testimonianza autentica di una verità che non ammette alcuna spiegazione, una domanda aperta sul senso dell’esistere, cui solo la responsabilità del vivere può rispondere.

 

 

L'ONDA - Pamela Vona - Garzanti Scuola Ed.

L'ONDA - Pamela Vona - Garzanti Scuola Ed. - Pamela Vona

L'ONDA, Pamela Vona, Garzanti Scuola Ed.

Titolo:                L'ONDA

Autore:              Pamela Vona

Casa Editrice:     Garzanti Scuola

Data di Pubblicazione: 2006

Collana:            I Girasoli

ISBN:               8869642429  

ISBN-13:          9788869642425

Pagine:            128

Reparto:           Libri per Ragazzi

Disciplina:        Narrativa - Italiano Strumenti

Ciclo Scolastico: Secondaria di Primo Grado

 

26 dicembre 2004Pamela, narratrice e protagonista in prima persona della vicenda, si trova in vacanza con la famiglia a Unawatuna, un villaggio nel sud dello Sri Lanka. D’un tratto un’onda incommensurabile - lo tsunami - si abbatte sulla spiaggia. Il mare ingoia la terra in vortici mostruosi trascinando con sé quanto si trova in superficie.

Pamela, travolta dall’onda assieme al figlio più piccolo, pur ferita gravemente e ridotta allo stremo, riesce con lui a sopravvivere. E’ circondata da una natura devastata, da tante altre persone incredule. Attorno a lei si distende un mondo stravolto e improvvisamente incomprensibile. Ma a Pamela capita una fortuna insperata: il ritrovamento del marito e degli altri due figli. Alla sua tragedia partecipano con generosa e paziente umanità gli abitanti del luogo.

Pamela e i familiari riescono a fare ritorno in Italia, portando con sé, per sempre, le immagini terribili della forza crudele della natura e un’esperienza di concreta solidarietà fra esseri umani.

 

Come inizia

"Unawatuna, Galle, Sri Lanka, 26 dicembre 2004 ore 9:00

Saluto Gianmaria e Niccolò, due dei miei tre figli, che stanno salendo in barca con mio marito Luca e altri italiani per un’escursione a Jungle Beach, la spiaggia vicina, per nuotare con piccoli squaletti innocui e tartarughe marine. La nostra casa è sulla spiaggia di Unawatuna, proprio sul mare, a tre metri dall’acqua, il sogno di una vita.

Guardo il mare, è una giornata meravigliosa, il cielo azzurro intenso, nemmeno una nuvola, il mare calmo calmo, la sabbia dorata... un incanto. È bello essere qui. Io e mio marito abbiamo tre bambini, Gianmaria di sei anni, Niccolò di cinque e Alexis di due. Sono fortunati i nostri piccolini ad avere la possibilità di stare in questo paradiso.

La notte precedente hanno aiutato le tartarughe marine a entrare in mare appena nate. Centottanta uova si sono schiuse nella notte di luna piena e tutti i nostri amici erano lì a guardare. ..."

WORK IN PROGRESS...

WORK IN PROGRESS... - Pamela Vona

Pamela Vona al momento sta scrivendo per una nota Casa Editrice di Mumbai, India. 

A breve, i suoi libri in italiano e in inglese online.

UFFICIO STAMPA

UFFICIO STAMPA - Pamela Vona

Ufficio Stampa

 

 PRESENTAZIONI (a titolo meramente esemplificativo):

·         Libreria Melbookstore, Via Nazionale 252, Roma

·         Varie date: Collegio Universitario Porta Nevia (Fondazione Rui), Aula Magna

·         Libreria Mondadori Megaforlì, Forlì

·         Athenaeum Pontificium Regina Apostolorum, Via degli Aldobrandeschi, Roma

·         Studio Club, centro di formazione e volontariato per liceali,via Tupini, Roma 

·         Scuola di eccellenza IPSAR SAFI, Scuole e Attività formative internazionali, Via Sebastiano Satta, Roma

·         Centro Convegni Castelromano, Via Appia, Roma

 

CONFERENZE, SEMINARI, SIMPOSI, EVENTI (a titolo esemplificativo):

·         Varie date: Collegio Universitario Porta Nevia (Fondazione Rui), Roma

·         Studio Club, centro di formazione e volontariato per liceali,via Tupini, Roma

·         Scuola di eccellenza IPSAR SAFI, Scuole e Attività formative internazionali, Via Sebastiano Satta, Roma

·         Centro Convegni Castelromano, Via Appia, Roma

·          “Pamela Vona a parlare di tsunami”, simposio “Tsunami aspetti ecologici e umanitari”, auditorium dell’agenzia di promozione culturalein piazza Venezuela, Sulmona. Ad organizzare la manifestazione oltre all’Aidosp, le associazioni Arca, Asd-Aid S.Giuseppe; Celestiniana sulmonese, Corfinium, Insieme per il centro Abruzzo, Voci e scrittura.

·         Giornata Seminari sugli Tsunami - “Dentro lo tsunami: cronaca di una mamma travolta dall’onda col suo bambino di due anni – Pamela Vona”, Sala delle Conferenze, Settimana della Cultura Scientifica, Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Roma.

·         Varie date: “Incontro-dibattito con la scrittrice Pamela Vona sul libro ‘L’onda’”. L’esperienza di una protagonista dello tsunami, la più grande catastrofe naturale dei nostri tempi”. Associazione Culturale Sant’Aurea, con il patrociniodella Regione Lazio, Aula Magna Istituto Giulio Verne, Roma.

·          “Approdo alla lettura 2005 – Incontro con l’autore: Pamela Vona”, Estate Romana 2005, piazzale dei Ravennati, Lido di Ostia, organizzato dalla Presidenza del XIII Municipio con la collaborazione del Comune di Roma, Assessorato alle Politiche Culturali e Assessorato alle Politiche Educative e Scolastiche, della Provincia di Roma, Assessorato alle Politiche Culturali, della Comunicazione e dei Sistemi Informativi, della Confesercenti e delle Biblioteche di Roma.

·         Concerto Gospel del Vocal Journey Gospel Choir, San Gregorio Barbarigo all’Eur, organizzato da Raffella Napoli, Don Franco e Vincenzo Vecchio.

·         Highlands Institute, Roma

·         Irish Institute, Roma

·         Sheraton Conference Center, Roma, Convegno su Donna e Cultura

·         Varie date: scuole italiane di ogni ordine e grado.

 

STAMPA - QUOTIDIANI E SETTIMANALI (a titolo esemplificativo):

Numerosi articoli in quasi tutti i maggiori quotidiani e riviste nazionali. A titolo esemplificativo:

·         Donna Moderna, “Dall’onda dello tsunami è nata una scrittrice”, di Stella Pende

·         Brunella Schisa intervista  Pamela Vona  L’onda su Venerdì di Repubblica n.905 a p.110

·         Studi Cattolici, n. 532, pag. 491, articolo di Marco Dalla Torre

·         Oggi, 9/11 e la guerra, “Ricordando lo tsunami/LIBRI/Quel Natale indomabile”, di Elisa Nicoletti

·         Gruppo Cultura, Articolo dell’Autrice

·         Il Mattino, articolo di Vittorio dell’Uva

·         Il Corriere della Sera, vari articoli di Alessandro Fulloni

·         La Saccata, articolo di Iosetta Mazzari

·         Gli Spiccioli del San Luigi,”Un libro, un parere, ovvero Buona lettura! L’Onda di Pamela Vona”, articolo di Gilly

·         Erika news, articolo di Isidoro Rossetto

·         Su Spoleto on line

·         Giornale SAFI, articolo di Francesca O’Heir

·         http://www.mariadinazareth.it/www2005/Libro/L'onda%20presentazione.htm   

 

Relativamente al lancio della terza edizione del libro "L'Onda" si fa riferimento diretto alla sottostante sezione “Stampa Lancio terza edizione”.

 

RADIO / TV (a titolo esemplificativo):

TV

·         Unomattina Estate, Rai Uno. Presentatori: Stefano Ziantoni e Caterina Balivo.

·         Terza pagina del TG1. Presentazione del libro “L’Onda”.

·         Maria Luisa Rossi Hawkins intervista Pamela Vona, Canale 5

·         Rai Uno (varie date durante il telegiornale)

·         Rai Tre "Cominciano bene"

·         Rai TreCominciano bene estate

·         Rai Tre "Alle falde del Kilimangiaro", di Licia Colò e Antonella Serantoni, 25 dicembre 2005

·         RAINEWS24

·         Rete5 TV Sulmona

RADIO

·         RTSI “MILLE VOCI”, Radio Televisione Svizzera

·         Radiocapital. Giulia Santerini intervista Pamela Vona, autrice del libro ‘L’Onda’

·         Repubblica Radio TV, “Tsunami, un anno dopo – Il racconto di Pamela Vona, superstite della sciagura, autrice di ‘L’Onda, una storia vera” http://repubblicaradio.repubblica.it/palinsesto.php?date=2005-12-20

·         RAI IT News Generation, “La testimonianza di Pamela Vona, imprenditrice, che dopo essere sopravvissuta, lei e tutta la sua famiglia, alla potenza distruttrice dello Tsunami ha scritto un libro dal titolo: "L'Onda" edito da De Agostini”, “Per non dimenticare… le devastazioni dello tsunami.

Relativamente al lancio della terza edizione del libro si fa riferimento diretto alla sezione “Stampa Lancio terza edizione ‘L’onda’ - Stampa”.

 

LANCIO TERZA EDIZIONE ‘L’ONDA – STAMPA

 

Istituto Geografico De Agostini lancio della terza edizione del libro L'onda di Pamela Vona 2005

 

Ufficio Stampa a cura di:

 

Delos - Servizi per la cultura 

Via Marco Formentini, 10 - 20121 Milano Tel. 02.805.21.51 - Fax. 02.805.23.86

http://www.delosrp.it/P_288_IstitutoGeograficoDeAgostinilanciodellaterzaedizionedellibroLondadiPamelaVona2005.html 

 

LANCIO TERZA EDIZIONE – USCITE PAMELA VONA – L’ONDA 

 

SETTIMANALI

TESTATA

DATA

NOTE

USCITA

VERO

DICEMBRE 2005

INTERVISTA DI CRISTINA POZZOLI

2 GENNAIO 2006

GENTE

 

CITAZIONE DEL LIBRO NELLO SPECIALE TSUNAMI

28 GENNAIO 2005

DI PIU'

DICEMBRE 2005

INTERVISTA CON FOTOGRAFO

27 DICEMBRE 2005

RADIO

TESTATA

REGISTRAZIONE

MESSA IN ONDA

NOTE

RADIO 105

DICEMBRE 2005

19 DICEMBRE 2005 ORE 15

INTERVISTA DI ADELE COSTANTINI

AGENZIA RADIOFONICA NAZIONALE

DICEMBRE 2005

26 DICEMBRE 2005 IN UNO DEI GRT

INTERVISTA DI BENEDETTA CAPELLI

RADIO VATICANA

DICEMBRE 2005

26 DICEMBRE 2005 NEL PROGRAMMA "A TUTTO LIBRO" ALLE 13,30

INTERVISTA DI ROSARIO TRONNOLONE

REPUBBLICA RADIO

DICEMBRE 2005

20 DICEMBRE ORE 11,45

INTERVISTA DI SILVIA BERNASCONI

RADIO 24

DICEMBRE 2005 ORE 15

26 DICEMBRE 2005 NELLO SPECIALE SULLO TSUNAMI

INTERVISTA DI VALENTINA FURLANETTO

RTL

DICEMBRE 2005

26 DICEMBRE NEL PROGRAMMA NO-STOP NEWS

INTERVISTA A CURA DELLA REDAZIONE

RADIO LOMBARDIA

DICEMBRE 2005

22 DICEMBRE 2005

INTERVISTA DI MONICA STEFINLONGO

AGR

DICEMBRE 2005

26 DICEMBRE 2005 NELLO SPECIALE SULLO TSUNAMI

INTERVISTA DI RAFFAELLA CAPRINALI

CIRCUITO IN BLU - BLUSAT2000

DICEMBRE 2005

26 DICEMBRE 2005 IN POMERIGGIO IN BLU

INTERVISTA DI ANTONELLA MITOLA

RADIO CAPITAL

DICEMBRE 2005

26 DICEMBRE 2005 NEL GIORNALE RADIO

INTERVISTA DI GIULIA SANTERINI

CIRCUITO MARCONI - GRUPPO NOVARADIO

DICEMBRE 2005

26 DICEMBRE ORE 12,20 IN MARCONI CULTURA

INTERVISTA DI MARCO CASA

RADIO STUDIO VIVO

 

 

 

 

 

 

RECENSIONI DEI LIBRI

RECENSIONI DEI LIBRI - Pamela Vona

DICONO DI LEI (commenti e messaggi estratti dal blog www.pamelavona.splinder.com)

#1 11 Gennaio 2006 - 16:04

Ciao Pamela, scusa se ti do del tu, ma ti sento

molto vicina. Mi chiamo Luisa ed ho avuto la fortuna

di poter leggere il tuo libro che mi è stato

regalato da una compagnia di navigazione, la "My

Way" con la quale collaboro... Lavoro in un'agenzia

di viaggi.

Ti dirò di più ho finito proprio adesso di leggerlo

ed ho il cuore colmo di tristezza per tutte quelle

persone che ancora soffrono per quello che è

accaduto un anno fa.

Ho pianto leggendo la tua testimonianza, sei riuscita

a trasmettermi ogni tua sensazione provata a cercare

di proteggere la tua piccola creatura, il dolore, la

disperazione non avendo notizie sul resto della tua

famiglia, l'orrore e le vittime che hai incontrato

cercando di raggiungere l'ospedale e soprattutto

quello che hai trovato in ospedale. Le tue ferite,

il fango e tutto quello che hai dovuto sopportare.

Sei molto forte e ti stimo davvero tanto. Mi

dispiace di tutto ed hai ragione le immagini

arrivate a noi in Italia erano solo il 30%. Solo

adesso ho provato la tristezza quella vera, quella

che ti ferisce e ti fa rendere conto della verità,

quella reale, la sto provando adesso leggendoti e

ascoltandoti.

Mi auguro che tutti voi stiate meglio anche se

immagino che quel dolore e quelle persone lasciate

là resteranno per sempre nei vostri cuori e nelle

vostre menti.

Mi auguro che la tua Mother, Kalim, Najeela, Somadè

e tutti gli altri stiano bene e che voi tutti

abbiate avuto la possibilità di riabbracciarvi.

Mi auguro che i tuoi tre cuccioli non abbiano subito

dei danni psicologici, data la loro ingenuità di

bambino.

 

La verità descritta in questo libro mi accompagnerà

per sempre e mi stimolerà ad essere e diventare una

persona migliore.

 

Ti ringrazio e spero un giorno di poterti

incontrare.

Sei una donna molto forte e vi auguro con questo

santo Natale tutta la serenità e felicità

possibile perché ve la meritate.

 

Io mi chiamo Luisa … e sono di Torino

A presto mia cara amica!

 

#2 14 Febbraio 2006 - 13:33

 

Ci sono poche cose che durano una vita. Nella mia il ricordo del Suo libro resterà intatto, per ogni giorno della mia vita ci saranno le Sue parole. Grazie per il meraviglioso dono che ha fatto al mondo.

Paolo

 

 

#3 06 Marzo 2006 - 14:55

 

Ciao Pamela. Sabato mattina ero presente alla conferenza che hai tenuto a Sulmona. Sono la mamma di Andrea, un alunno di una delle scuole che hanno aderito al progetto "Tsunami, aspetti ecologici e umanitari". Mio figlio ha letto con la sua insegnante il tuo libro. Il pomeriggio tornando a casa mi raccontava nei dettagli la tua storia. Il mio bambino ha 9 anni e mai ho visto in un suo racconto tanta espressività. Io ho letto il tuo libro in un'ora con il fiato sospeso. Nessuna immagine vista in televisione mi è sembrata tanto reale rispetto alle tue parole. Anzi ti dico che se faranno un film sul tuo libro so per certo che nemmeno il migliore regista riuscirà a regalarci le emozioni che tu ci hai dato con le tue parole. Semplici e incisive. Che arrivano al cuore di tutti perché è dal cuore che escono. Voglio ringraziarti per le emozioni, per la tristezza e la gioia che mi hai fatto vivere leggendo le pagine del tuo libro. Grazie per aver arricchito il mio cuore con la tua esperienza. Un abbraccio a te e a tuo marito che stimo tantissimo per aver affrontato come un gioco tutto l'orrore che i bambini hanno dovuto vedere. Un bacio da mamma ai tuoi tre meravigliosi figli. Grazie Pamela oggi per merito tuo la mia vita ha un senso in più. Grazie di cuore. Patrizia (da Sulmona)

 

#4 27 Aprile 2006 - 14:48

 

Sono io che ringrazio te per la tua amicizia, gentilezza, solarità e per il tuo innato amore per la vita e per le persone.

Non mi stancherò mai di dirti che per me sei il mio promemoria vivente che mi ricorda di essere felice, grata alla vita e innamorata della vita, sempre e comunque. Bella la tua solarità, il tuo sapore di Grecia con tutto il calore e la genuinità di quella terra. Grazie a te di tutto e per l'opportunità che mi offri di fare qualcosa, invece di cadere e restare nel cinismo vuoto del chiedere incessantemente alla vita di darmi quello che non ho.

Baci baci!

Rita A.

 

#5 30 Maggio 2006 - 13:01

 

Ho letto il Suo libro. Mi chiedo come ha fatto a riuscire a non impazzire. E' per me stato un grande privilegio avere la possibilità di arricchirmi così tramite le Sue parole. Non so cosa dire perché sono senza parole davanti a tanto amore e tanto dolore. Solo grazie. Sara

 

#6 05 Giugno 2006 - 14:15

 

Ho trovato bellissimo e indimenticabile il libro L'Onda di Pamela Vona e, vedendo la risposta dell'autrice in questo sito, ho avuto conferma della bella opinione che mi sono fatta di questa autrice. Che persona incredibile e unica esce fuori dal libro! Ha saputo descrivere la realtà con uno stile direi quasi giornalistico e allo stesso tempo ci ha fatto vedere questa terribile onda da dentro. La signora Vona riesce a cogliere alcuni incredibili particolari che secondo me fanno la differenza fra lei ed altri autori. Mi metterò alla ricerca dei libri che ha scritto in precedenza perché non ne voglio perdere uno. Chissà perché non l'ho conosciuta prima. Questo libro è un dono per chi lo legge, non è un racconto asettico, leggerlo significa trovarsi completamente immersi con l'autrice dentro tutta quest'acqua, senti la sensazione di perdere il bambino, senti la sensazione di venire schiacciato da tutto l'orrore che lei ha visto, vivi tutte le emozioni che lei ha vissuto perché le ha sapute raccontare in un modo davvero mirabile. Voglio fare i miei più grandi complimenti a questa signora così forte e brava, sperando che continui a scrivere per noi cose così belle e coinvolgenti e soprattutto piene di una moralità e di un amore semplice e naturale che ormai è davvero molto difficile trovare. Inoltre voglio fare i complimenti alla signora Vona perché è stato un gesto molto gentile quello di inserire una risposta a questi commenti su internet, un gesto semplice che molti non avrebbero fatto ma che, nel suo caso, invece, non fa altro che continuare a mostrare la persona sensibile ed educata che è. Che stile! Proprio brava, a vivere e a scrivere. Ho pensato che sarebbe bello avere questa signora come insegnante per i propri figli. Io al mio ho fatto leggere il libro e devo dire che anche lui, nonostante la giovane età, non è riuscito a metter giù il libro fino a quando non è arrivato all'ultima parola. Bello, per tutti, grandi e piccini. Da leggere anche più volte. Lo consiglio a tutti. Ciao a tutti. Giovi

 

#7 03 Novembre 2006 - 13:43

 

Vorrei sapere i titoli dei libri da lei scritti e quando uscirà il suo prossimo libro. Vorrei leggerli tutti per continuare a "vivere" con lei perché sa come arricchire la vita degli altri. Io sono una persona più ricca dopo aver letto il suo libro L'Onda.

Grazie. Susanna

 

#8 22 Luglio 2007 - 14:16

 

Ho letto il suo libro e non posso fare a meno di ringraziarla. E' così bello, è profondo, struggente e allo stesso tempo stupisce che lei abbia vissuto questa tragedia con tanta bontà d'animo, generosità di cuore e di intelletto. Lei dice grazie e io dico grazie a lei. Non smetta di essere così positiva. Che bella persona, beato chi ha la possibilità di incontrarla anche se mi ritengo fortunato di averla conosciuta tramite il suo libro.

Continui a regalarci i suoi sentimenti.

Grazie.

Cristiano

 

#1 28 Novembre 2005 - 09:16

 

A prescindere da tutte le cose meravigliose che Le sono state già dette e che non sembrano mai sufficienti ad esprimere i sentimenti positivi che il Suo libro scatena, io vorrei ringraziarLa perché è stato bello scoprire che esiste una persona come Lei.

 

Se uno perde il Suo libro perde qualcosa di veramente importante per la vita, per la qualità della vita.

 

Complimenti e continui a regalarci le Sue parole e le Sue idee. Grazie.

 

Antonio

 

#2 05 Dicembre 2005 - 09:45

 

Grazie per ieri. Sei grande. Grandissima. E auguri per il tuo primo compleanno dopo lo tsunami. Speriamo che tutti leggano il tuo libro perché non se ne trovano di tesori così in giro per le librerie. In bocca al lupo per tutto quello che stai facendo.

Manu and family

 

#3 16 Dicembre 2005 - 17:48

 

Ciao Pamy, siamo quelli del tuo team.

Volevamo scriverti anche noi perché siamo coloro i quali hanno ricevuto più tesori da te perché sei vicina a noi tutti i giorni e noi che ti conosciamo sappiamo che tu sei meglio di quello che già si riesce a capire leggendo il tuo libro. Continua così, sei tutti noi. Grazie di esistere.

 

#4 06 Marzo 2006 - 18:51

 Che persona meravigliosa abbiamo conosciuto qui a Sulmona! Adulti e bambini sono rimasti folgorati da te e dalle tue parole. Esprimi con gli occhi tutto ciò che eviti di dire con le parole. Parole che incantano. Hai visto quante persone piangevano quando parlavi? Hai visti quanti uomini avevano gli occhi lucidi? Hai visto i bambini e i ragazzi, di solito menefreghisti e disinteressati, con quale attenzione e con quale silenzioso rispetto ti ascoltavano? Chi può fare quello che hai fatto tu sabato qui da noi non ha solamente scritto un libro: ha lasciato un segno speciale che rende ognuno di noi migliore. Un grande abbraccio a te che non ti ricorderai di me perché ero in mezzo a tutta quella gente che ti ha osannata come meriti. Ho notato con quale profondità hai guardato quella professoressa. Lei ha letto nei tuoi occhi e tu hai letto nei suoi. Mentre parlavi riuscivi anche a donare te stessa con lo sguardo. Non dimenticherò mai quella giornata passata con te. E non dimenticherò mai nemmeno una parola del tuo libro che ho letto tutto d'un fiato, senza poter smettere. Sono stata fra le poche persone che hanno avuto la fortuna di poter acquistare il tuo libro con la tua dedica. Lo terrò sempre sul mio comodino. Ieri e oggi qui non si è fatto altro che parlare di te e di tuo marito. Qui tutti vi amano. E tutti gli autografi che hai firmato sono stelle che ci hai lasciato. Grazie dei tuoi regali. Grazie di tutto. Una mamma fra le tante di Sulmona che sa di rappresentarne molte.

#1 25 Ottobre 2005 - 10:07

 Grazie. La tua testimonianza descrive ciò che è accaduto veramente il 26 dicembre, facendo aprire gli occhi e il cuore dei lettori.

Stefy

 

#2 25 Ottobre 2005 - 10:10

 Grazie per questo libro.... finalmente qualcuno scrive la verità. La verità di una società occidentale ormai marcia e al declino. Avete visto quello che Dio ha voluto farci comprendere a New Orleans? Da questa parte del mondo, se accade una catastrofe, ci stupiamo a vicenda... da quella parte del mondo, invece, ti danno tutto quello che possiedono... Fatelo leggere a più persone possibili.

Orazio

#4 28 Ottobre 2005 - 09:32

 

Carissima Signora Vona, quando ci regalerà un'altra emozione? Speriamo però in un romanzo di fantasia, questa volta. Crediamo che il nostro migliore complimento sia proprio quello di chiederle quando uscirà un suo nuovo libro. Ha pubblicato altri libri? Non troviamo niente altro su Internet.

Grazie.

Antonio e Francesca, Andrea e Antonella (due coppie che, grazie al suo libro, hanno deciso di compiere il difficile passo di sposarsi nonostante le paure riguardanti il futuro)

 

#5 07 Novembre 2005 - 09:54

 Cara Pamela, ho trovato finalmente il suo sito ed ho voluto scrivere anche qui il pensiero che ho inviato ad internet bookshop (recensioni di ibs) perché non so se lei l'ha letto. Sono una signora molto molto anziana che ha trascorso tutta la sua vita a leggere libri e a tenere in allenamento la mente. La mia età non mi ha precluso la gioia di avvicinarmi ai computer e ad Internet, anche perché da troppo tempo ormai leggevo solo libri belli, a volte incantevoli ma che lasciavano una traccia troppo debole nella mia vita e nella mia memoria. Tempo fa ero alla ricerca di un libro davvero bello, da poter leggere e tenere nel cuore per il resto della mia già lunga vita. Mia nipote mi ha aiutata a cercare qualcosa su internet. Non so nemmeno io come sono arrivata al Suo libro "L'Onda". Ho letto le recensioni e di corsa sono andata nella libreria più vicina per acquistarne una copia. Poi l'ho letto, tutto d'un fiato. E' vero non si può smettere di leggere il Suo libro, la Sua storia. Io non mi sono soffermata sulla storia e basta. Ho assaporato la Sua scrittura, bella, dico davvero, profonda, elegante ma semplice. Mi dispiace non poter trovare parole più adatte per descrivere il suo modo di scrivere ma è qualcosa che sinceramente mancava nel vasto panorama di libri in Italia. Ho letto di lei in un settimanale e mi ha fatto tanto piacere "incontrarla" anche lì. Così l'ho riletto di nuovo. Non ho mai letto un libro più di una volta. Il suo l'ho letto tre volte. Incredibile, ogni volta l'ho trovato stupendo ed emozionante. Ecco, finalmente ho letto il capolavoro che desideravo trovare. Mi chiedevo tanto tempo fa cosa bisogna scrivere per diventare scrittori famosi. Ora lo so: il Suo libro. Le auguro tutta la gioia e la fama che Le è dovuta perché se non diventa un best-seller il Suo libro allora non rimangono motivi validi per scrivere cose così belle e di valore, in tutti i sensi. Complimenti, per come è e per come scrive. Mia nipote si associa a me in questa recensione e mi ha detto che alcuni suoi amici La conoscono e Le hanno indicato un sito. Con grande stima.

#1 13 Ottobre 2005 - 15:24

 

Ho finito da poco di leggere il tuo libro. E’ impossibile anche solo provare ad immaginare il dolore che chi ha vissuto un’esperienza simile porta dentro di sé. Ti voglio bene. Buonanotte.

Marzia

 

Sto divorando il tuo libro d’un fiato, sopraffatta dall’emozione. Ti voglio un bene dell’anima e sono privilegiata ad averti incontrata nella mia vita.

Stefania

 

Ho appena finito di leggere il tuo libro e sto piangendo come una scema. Perdonami se non sono corsa immediatamente da te quando ho saputo. Il tuo libro aiuterà a capire il senso della vita.

Stefania

 

Ho finito il libro e non trovo parole abbastanza belle da dirti quindi mi limiterò ad un semplice: Ti voglio bene.

Francesca

 

Ciao Pamela. Mi ha fatto molto piacere rivederti alla presentazione del tuo libro ma soprattutto mi ha fatto piacere vedere che tu e la tua famiglia state bene. Scusa se non sono venuto a salutarvi ma c’era molta gente. Il tuo libro è molto bello e spero che tu riesca ad aiutare quelle persone. Un abbraccio.

Patrizio

 

Sto leggendo il tuo libro… Ti mando un bacio.

Livia

 

Sei grande!!! Baci grossissimi…

Antonella

 

Cara Pamela, ho appena finito di leggere il tuo libro. E’ toccante e scritto molto bene. Spero tu abbia ascoltato il mio CD: Sei grande. Un abbraccio a tutti.

Anonimo

 

Sto leggendo il suo racconto…! I miei occhi sono velati di lacrime: se l’amore non dona coraggio non è amore… Ed è proprio vero che in amore si dona più di quanto si ha. Grazie! Grazie! Grazie per la sua magnifica testimonianza. A me il libro lo ha prestato una consorella, ma come vorrei che tutti lo leggessero… L’abbraccio con grande affetto e profonda stima…

Suor A.

 

La nostra felicità è nel bene che facciamo, nella gioia che diffondiamo, nelle lacrime che asciughiamo, nel sorriso che facciamo fiorire. Vi voglio bene.

Suor A.

 

Pamela ciao. Sono Federica C: Mi hai rapidamente conosciuta al simposio. Mi sono seduta vicino a te e Barbara. Ricordi? Grazie per aver scritto il libro. Mi hai sconvolta e ho rivisto nelle tue parole la mia famiglia e le mie tre figlie e mio marito e la mia vita che, come la tua è fatta di amore familiare e così preziosa. Grazie per avermi fatto vedere quanto sia importante ciò che ho. Lo apprezzerò di più. Non mi lamenterò della mia stanchezza né della fatica di avere la responsabilità di seguire una famiglia così numerosa. Grazie per aver vissuto una cosa così assurda. La tua esperienza mi ha aperto gli occhi. Da oggi voglio cercare Dio ancora più di prima, voglio provare a dare qualcosa in più. Grazie per il tuo libro. Ti auguro serenità e ti abbraccio.

Federica

 

Ho appena finito di leggere il tuo libro. Grazie. Sono una suora, la luce di Gesù risorto illumini il nostro impegno quotidiano! Auguri!

Suor Pina

 

Per poter stare in piedi bisogna stare in ginocchio. Io prego… E molto… Cerca di farlo anche tu. Tvtttb.

Suor A.

 

Pensavo che tu fossi una persona fuori dal comune, rara, invece sei unica, non troverò mai più altre persone come te, capaci oltretutto di trasmettere in questo modo sensazioni che altri hanno sopite, sepolte sotto una coltre di stupidi avvenimenti quotidiani che seppelliscono tutto ciò che vale. Grazie per avermelo fatto scoprire. Ti vogliamo bene.

Daniela

 

Scrivi, pensi, vivi, ridi, ti muovi, doni… sai quante di noi, tue amiche, ti invidiano per come sei? Ma siamo tue amiche davvero e la nostra invidia è buona, per noi tu sei un grande esempio. Grazie per quello che ci dai. Il tuo libro mi ha straziata, sbattuta contro un muro, risollevata, coccolata, mi ha regalato tutto ciò che in una vita non ho mai ricevuto. Come ringraziarti? Mi dispiace solo che la mia amicizia non sarà mai sufficiente per questo ma ci proverò. Sarò sempre vicina a te e alla tua famiglia.

Myriam

 

Non posso avere parole per spiegare le emozioni che mi ha dato il tuo libro. Ti prego scrivi ancora qualcosa. Non smetterei mai di leggere quello che scrivi.

Fabrizio

 

Ma come fai, come fai a scrivere così? Mi sono trovata dentro al libro, dentro all’acqua, dentro ogni tuo momento, ogni tua sensazione. E come sei riuscita a sopravvivere? Che bello averti!

Mary

 

Erano tanti anni che non leggevo un libro. Dopo tante letture mi sono stufato. Basta, mi ero detto, la prima parte dei libri è in genere noiosa in modo eccessivo. Questa volta però ho letto il tuo libro perché sei per me una grande amica e non volevo disturbarti per sapere cosa ti fosse realmente successo. Non ti volevo far ripetere (già l’avrai fatto miliardi di volte) quello che avete passato. Ho letto, quindi, per rispetto e per affetto, e mi hai dato delle emozioni incredibili. Leggerò sempre e solo quello che scrivi tu. E’ qualcosa di introvabile. Mi dispiace non saper scrivere nemmeno lontanamente quanto te altrimenti troverei le parole per ringraziarti del regalo che hai fatto a tutti quelli che leggeranno il tuo capolavoro. Dimenticavo: i capolavori originali però siete tu, Luca e i bambini.

Anonimo

 

Dear Pam,

I have just finished reading your “libro miracoloso”.

Scrivo adesso per inviarle i miei complimenti e di dirle della mia ammirazione prima di tutto per il tuo eroismo, la tua fede, il tuo senso d'umanità. Ma specialmente per il suo talento.

Le sue parole hanno fatto più di ogni articolo sui giornali o riviste o telegiornale di fare la gente sapere cosa e' successo.

Grazie per aver fatto questo libro. Spero che lei sia risanata o quasi.

If I had as much confidence in writing Italian as I do in reading it, I would be able to tell you how very, very deeply your book has affected me and those to whom I tell the story of your experience. I bet that you will receive offers from producers or screenwriters. Let them make the movie. It will do more for fund-raising for your friends in Sri Lanka and everywhere

than all the other please that are being made.

I so admire your expressions of love for your family and friends and the description of the generosity of the Sri Lankans.

You are a big writer. But it’s strange. Here, in USA, I don’t find your book. Why?

Thank you.

Sincerely,

Charlotte

P. S. In case you are wondering “come mai” I have read the book era soltanto per caso. Un'amica e sua figlio sono venuti qui a New York per un holiday questa settimana appena passata. Lei ha comprato il libro a Roma and devoured it on the plane. Then she gave it to me, dicendomi: “Leggi questo capolavoro”. She will take it home to Rome with her tomorrow, and I am sure more and more people will know of it.

You did a remarkable job. And, along with the timing of the book's publication, the thought that you managed to complete it, even while enduring the pain and treatment of your wounds all of that is amazing!

CONGRATULATIONS AND GOOD LUCK.

Charlotte

 

Carissima Pamela,

ho seguito con grande partecipazione ma in silenzio tutti i momenti della tragedia che avete vissuto.

Ho però sentito da I., che mi ha informato e descritto, della pubblicazione che hai fatto sui tristi avvenimenti e che mia cognata Luisa ha potuto acquistare ieri.

La sto leggendo e l'emozione è tanta. Di conseguenza, Vi penso spesso e Vi abbraccio forte.

G.V.M.

 

#2 14 Ottobre 2005 - 10:38

 barbara (06-09-2005)

Più che un libro, l'onda è l'apertura di un'anima e di una mente. L'anima e la mente di una donna, mamma e moglie come tutte noi dovremmo e vorremmo essere. Una donna forte, capace di affrontare situazioni le più difficili con lucidità e con grande amore. Una scrittrice che è riuscita a trasmettere con grande semplicità ed efficacia le sue emozioni: è come se invece di impugnare la penna, con un solo gesto, avesse spalancato le porte della sua mente e del suo cuore, senza fronzoli o artifizi letterari. Una dote che le permette di essere una grande autrice. Ed è riuscita anche a trasmettere valori solidi che rimangono, dei quali abbiamo molto bisogno e che sono sicura hanno aiutato molte persone come hanno aiutato me. Grazie!

Voto: 5 / 5

 

 

 

 

#3 14 Ottobre 2005 - 11:25

 

Ciao Pam, sono Brunella, di Genova.

Ieri sono passata in libreria dove avevo ordinato il tuo libro, per poter dare anche io il mio piccolo contributo.

Ieri sera ho finito molto tardi di rassettare e mettere a dormire le pupe, gatto compreso, per cui ho preso il libro per riporlo con gli altri pensando che lo avrei letto nei prossimi giorni.

Però ho voluto dare un'occhiata alle prime pagine. Ho iniziato a leggere e.....il tuo libro mi ha colpito con la stessa forza con la quale l'onda ha travolto te e i tuoi cari.

Non sono riuscita a smettere di leggere, tanto che le prime 15 /20 pagine le ho lette stando in piedi, nell'esatta posizione nella quale ero quando ho aperto il libro.

L'ho letto tutto di un fiato, fermandomi solo quando le lacrime mi impedivano di continuare perché non vedevo niente.

Mamma mia, mi sembrava di essere li, mi sembrava di conoscerti da sempre, come se tu fossi una sorella. Riuscivo persino ad immaginarvi, tu e Alexis abbracciati stretti in quella furia.

Non so dirti altro, le parole non servono.

Ti dico solo che siete una famiglia fantastica, l'amore che lega te e tuo marito deve essere grandissimo e importantissimo, quale ricchezza!

Ti ringrazio di aver scritto questo libro, lo farò leggere a tanti miei conoscenti che come me, sono rimasti colpiti dalle immagini terribili di quei giorni.

Grazie Pamy, un abbraccio fortissimo a te a alla tua tribù. Brunella

 

 

#4 14 Ottobre 2005 - 15:10

 Trovo questo blog molto utile.

 

Infatti internet da strumento per specialisti o per perditempo che non sanno che cosa fare, può diventare una via di comunicazione alternativa, che ci permette di evitare per quanto possibile il lavaggio del cervello che ci viene propinato. Significativo a tale proposito il recente commento di Beppe Grillo a fronte dei riconoscimenti che gli sono stati attribuiti.

 

Penso che su tanti argomenti ( ad esempio l'omeopatia, i messaggi sbagliati della pubblicità, etc.) ci vengono contate tante balle, che hanno influenza negativa sulla qualità della vita di tutti i giorni.

 

Il libro di Pamela per me e' stato proprio una opportunità di riscoprire le cose importanti della vita

 

Spero proprio di sapere utilizzare bene questa opportunità che ci viene offerta

 

Grazie Pam

 

 

#7 24 Ottobre 2005 - 07:13

Carissima Pamela,

grazie di tutto quello che stai facendo....Come spesso succede nella vita, le persone con una interiorità profonda sanno trarre del bene dalle esperienze negative e di dolore. Sicuramente ci stai aiutando ad aprire gli occhi e a non essere chiusi nella nostra torre d'avorio.

Un abbraccio forte!

 

#8 15 Novembre 2005 - 11:37

 

Ciao a tutti! Sono un'amica di Pamela e con lei stiamo organizzando un concerto Gospel con il mio coro per ricordare insieme le vittime dello tsunami di ormai un anno fa e per dare la possibilità a chi partecipa di fare quest'anno un doppio regalo di Natale: il libro di Pamela per gli amici e, al tempo stesso, un contributo per i bambini di Unawatuna, ai quali andrà il ricavato della vendita e della serata, per far sì che anche loro ricevano un regalo di Natale.

Sarà presente Pamela stessa.

Si terrà domenica 4 dicembre alle ore 17.15 a Roma presso la parrocchia di San Gregorio Barbarigo (zona EUR), via delle Montagne Rocciose 14. Ingresso LIBERO. Vi aspettiamo numerosi, spargete la voce. Raffaella

 

#9 16 Novembre 2005 - 19:32

 

Cara Pamela,

Estive na Itália em outubro e um amigo me deu o seu livro de presente.

É impressionante tudo pelo qual voces passaram, não é possível ler o livro sem derramar muitas lágrimas e ter o coração muito apertado pelas pessoas de Unawatuna.

Deus te ajude a levar adiante a bela obra que começou através de você e sua família.

um abraço,

Cristiane - Brasil

PS: scusi se scrivo in portoguese, ma io leggo meglio che scrivo...

 

 

#10 07 Dicembre 2005 - 11:08

 

Un messaggio per ringraziare Pamela per le sue parole. Ancora non le avevo lette. Il concerto è andato benone! Sono stati venduti tanti libri e mi fa piacere sapere che quelle famiglie riceveranno presto i soldi raccolti! Grazie a te, per la tua disponibilità ed entusiasmo! E grazie a tutte le persone che sono venute! Raffaella

 

#11 11 Gennaio 2006 - 16:27

 

(29-12-2005)

Ho letto ieri sera il libro, l'ho letto d'un fiato, asciugando in fretta le lacrime che mi scorrevano copiose per non perdere una parola...Non voglio e non posso fare commenti: davanti ad una tragedia così immane rimane solo la consapevolezza che ciò per il quale ci affanniamo è fatuo e gli unici valori da coltivare sono l'amore, l'amicizia e la solidarietà. L'anno scorso ho fatto un'offerta e, facendo parte della Protezione Civile, mi sono messa a disposizione per un'eventuale missione, ma non sono stata chiamata.

Ma non basta, vorrei fare qualcosa, mi sento impotente e vorrei esplicitare questo tsunami di emozioni che ha sconvolto il mio cuore...se qualcuno ha in atto delle iniziative per aiutare queste popolazioni od altre che hanno vissuto tragedie simili (vedi terremoto in Kashmir) mi contatti pure, sono disposta a fare qualunque cosa... auguro a Pamela Vona ed alla sua famiglia di ritrovare la serenità di una famiglia forte ed affiatata come la loro!

Gabriella

Pamela Vona

Pamela Vona